LAZIO VERSO ZONA ARANCIONE, REGIONE: SCENARIO PEGGIORA

Il Lazio va verso la zona arancione. I dati sul monitoraggio settimanale, che domani darà l’Istituto superiore di sanità, dovrebbero determinare il cambio di fascia. A incidere sarebbe non solo l’indice di trasmissione del virus, che sette giorni fa segnava 0.98 e quindi vicinissimo a quell’1 che fa scattare il passaggio all’arancione, ma anche l’occupazione dei posti letto. La Regione fa sapere che “i dati del contagio sono in aumento e raggiungono i livelli di due mesi fa, con un trend di crescita rispetto alle due settimane precedenti” e che “lo scenario è previsto in netto peggioramento”.

COVID, SEQUESTRATE A CIAMPINO 16MILA MASCHERINE SENZA MARCHIO CE

I funzionari dell’Agenzia delle Dogane in servizio presso l’aeroporto di Ciampino, nell’ambito dell’attività di contrasto all’importazione di dispositivi di protezione individuale non sicuri, hanno fermato e sequestrato 53 spedizioni effettuate con corriere aereo provenienti dalla Malesia e contenenti 16.165 mascherine KN95 prive del marchio CE e di tutti i parametri di sicurezza previsti. I dispositivi erano tutti diretti allo stesso indirizzo e gli invii erano stati divisi e ripetuti per eludere i controlli doganali. Una persona è stata denunciata.

ROMA, SALVINI: SPERO BERTOLASO CANDIDATO SINDACO CENTRODESTRA

Guido Bertolaso candidato sindaco di Roma del centrodestra. Matteo Salvini lancia la volata per l’ex capo della Protezione civile e attuale responsabile della campagna vaccinale antiCovid in Lombardia. “Questa mattina gli ho mandato un messaggio, se riuscirà a mettere in sicurezza la salute dei cittadini lombardi entro giugno, spero da ottobre potrà mettere in sicurezza il futuro dei cittadini romani”, ha detto il leader del Carroccio durante la presentazione dei due ddl della Lega per la riforma dell’ordinamento della Capitale.

ROMA, CASA DELLE DONNE: OCCUPEREMO SEDE SE COMUNE CI SFRATTA

Le militanti della Casa Internazionale delle Donne sono pronte a occupare la sede di via della Lungara se il Comune di Roma decidesse di sfrattarle, dopo avere stabilito la messa a gara del complesso del Buon Pastore. Una scelta vista come una provocazione dalle femministe, che questa mattina hanno protestato sotto il Campidoglio. “Serve il riconoscimento politico di questo luogo- ha detto Maura Cossutta, presidentessa dell’associazione- Il bando dovrebbe prevedere un centro servizi, noi non lo siamo anche se i servizi li forniamo”.

L’articolo Tg Lazio, edizione dell’11 marzo 2021 proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento