AGI – L’universo maker si sposta sul web ma non rinuncia alla sua voglia di condividere e innovare, inventare e fare networking. La pandemia di Covid-19 non ha fermato la Maker Faire che, nel 2020, abbandona il luogo fisico della Fiera di Roma per costruire tavole rotonde e stand digitali e per diffondere su piattaforme online sfide e discussioni sul mondo che verrà. I numeri parlano da soli: 4 giorni, 300 stand, 250 conferenze. Un fiume di parole e di suggestioni, prototipi e genialità.

L’Opening conference, quest’anno, si è spostata alla sera ma anche al crepuscolo è stata foriera di storie e prodotti,

 » Continua a leggere sul sito di riferimento

L’articolo Si è aperta la nuova edizione (tutta digitale) della Maker Faire Rome proviene da Notiziedi.

continua a leggere sul sito di riferimento