lunedì, 4 Marzo , 24

Chiara Ferragni: “Al centro di una ondata d’odio”

L’intervista dell’influencer a “Che Tempo che fa” Roma,...

Mediolanum Padel Cup 2024: a Rocafort-Di Bene il titolo maschile

Nel femminile, successo per Martina Parmigiani ed...

Malattie rare, campagna #UNIAMOleforze anche in Calabria

Convegno presso l’Università degli Studi “Magna Graecia”...

Calcio, Berardi choc: si rompe il tendine d’Achille al rientro

Non giocava dal 16 gennaio. Ora nuovo...

Iveco Group: ricavi 2023 16,2 mld (+13%), dividendo di 0,22 euro

AttualitàIveco Group: ricavi 2023 16,2 mld (+13%), dividendo di 0,22 euro

Per 2024 stima Ebit adj 900-950 mln e ricavi in calo del -5%

Milano, 9 feb. (askanews) – Iveco Group chiude il 2023 con ricavi consolidati pari a 16,2 miliardi di euro (+13% a/a), un Ebit adjusted pari a 940 milioni di euro (+413 milioni di euro) e un utile netto adjusted pari a 352 milioni di euro (+127 milioni). Il Free cash flow delle Attività Industriali è positivo per 412 milioni di euro.

Per il 2024 Iveco Group prevede un Ebit adjusted consolidato tra 900 e 950 milioni di euro, ricavi netti delle Attività Industriali in calo del 5% circa rispetto al 2023, Ebit adjusted delle Attività Industriali tra 770 e 820 milioni di euro. Il free cash flow delle Attività Industriali è atteso tra 350 e 400 milioni di euro mentre gli investimenti delle Attività Industriali sono stimati in circa 1 miliardo di euro.

All’assemblea che si terrà il 17 aprile sarà proposto il pagamento di un dividendo annuale di 0,22 euro per azione ordinaria per un totale di 59 milioni di euro e un piano di buyback fino a 130 milioni di euro delle durata di 18 mesi. Il 14 marzo si terrà il Capital Markets Day.

“Nel nostro ‘Anno 2’ come gruppo quotato indipendente, quello della Trasformazione, il nostro fatturato ha superato i 16 miliardi di euro, supportato da solidi prezzi e da volumi e mix positivi. L’Ebit adjusted delle Attività Industriali è stato pari a 818 milioni di euro, con un margine del 5,2%, 2,2 punti percentuali sopra il 2022”, afferma il Ceo Gerrit Marx.

“I clienti – prosegue – percepiscono e apprezzano i nostri progressi, richiedendo i nostri veicoli commerciali, autobus e motori, mentre stiamo introducendo gradualmente il nostro nuovo Model Year 2024 in tutta la gamma dei veicoli commerciali e riducendo il nostro portafoglio ordini in un contesto di mercato in via di normalizzazione”.

“L’improvvisa svalutazione del peso argentino nel dicembre 2023. spiega Marx – ha avuto un impatto negativo sui nostri oneri finanziari e sulla liquidità netta industriale, che è arrivata a 1,9 miliardi di euro sulla scia di un free cash flow positivo per 412 milioni di euro”.

“Ci aspettiamo che l’insieme diversificato delle nostre attività controbilanci lo sfidante contesto industriale previsto per il 2024, fornendo risultati in termini di Ebit e flussi di cassa a un livello comparabile a quello del 2023. Forniremo maggiore granularità sulla strategia di ciascuna delle nostre Business Unit – attualmente raggruppate in Commercial and Specialty Vehicles – e sui nostri obiettivi finanziari per i prossimi anni in occasione del Capital Markets Day del 14 marzo”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles