lunedì, 4 Marzo , 24

Chiara Ferragni: “Al centro di una ondata d’odio”

L’intervista dell’influencer a “Che Tempo che fa” Roma,...

Mediolanum Padel Cup 2024: a Rocafort-Di Bene il titolo maschile

Nel femminile, successo per Martina Parmigiani ed...

Malattie rare, campagna #UNIAMOleforze anche in Calabria

Convegno presso l’Università degli Studi “Magna Graecia”...

Calcio, Berardi choc: si rompe il tendine d’Achille al rientro

Non giocava dal 16 gennaio. Ora nuovo...

FantaSanremo 2024, Baudi e squadre: il regolamento

Dall'Italia e dal MondoFantaSanremo 2024, Baudi e squadre: il regolamento

(Adnkronos) – FantaSanremo 2024 scalda i motori. “Al contrario di Amadeus, noi non cambiamo i fondamentali del Regolamento del FantaSanremo: anche con 30 artisti in gara ogni giocatore avrà a disposizione 100 Baudi e le squadre saranno composte da 5 artisti”, spiega all’Adnkronos uno degli ideatori del gioco, Giacomo Piccinini, dopo l’annuncio dei primi 27 Big in gara a Sanremo 2024 (gli altri 3 arriveranno dalla finale di Sanremo Giovani del 19 dicembre).  

“Ieri, dopo la decisione di Amadeus di portare a 30 in Big in gara, siamo stati subissati di richieste per un aumento del numero di Baudi (la valuta del FantaSanremo è intitolata al decano del festival Pippo Baudo, ndr) a disposizione di ogni giocatore per poter comprare gli artisti che compongono una squadra o per un aumento del numero degli artisti per squadra. Ma siamo irremovibili: il totale dei Baudi e degli artisti per squadra non cambierà. L’unica cosa che potremo fare è calibrare meglio le fantaquotazioni, in maniera che gli artisti costino un numero di Baudi compatibili con la creazione di una buona squadra. Quest’anno il cast è davvero pieno di super Big e questo complica le cose”, aggiunge.  

Il gioco nato nel 2020, proprio in occasione del primo Festival condotto e diretto da Amadeus, è ormai diventato una gara parallela al festival, che coinvolge centinaia di migliaia di persone, soprattutto millennials ma non solo: per dare la misura della crescita esponenziale del fenomeno, nel 2021 le iscrizioni si chiusero a circa 50.000 squadre, per l’edizione 2022 le squadre formate furono 500.000, l’anno scorso le squadre furono circa 4 milioni per 1.500.000 utenti. Le iscrizioni per Sanremo 2024 si apriranno, come da tradizione, il 27 dicembre alle 12. “Dobbiamo chiaramente aspettare i vincitori di Sanremo Giovani per poter definire Regolamento e Fantaquotazioni prima del 27 dicembre”, sottolinea Piccinini.  

Quest’anno arrivare a delle FantaQuotazioni sarà “più complicato, perché non c’è un vincitore annunciato. Ci sono tanti artisti che già sulla carta sono da podio, poi certo terremo presenti anche le quotazioni dei bookmakers e i rumors sulla qualità dei brani. Ma non sarà un lavoro semplice”, afferma Piccinini.  

Inoltre, l’edizione 2024, “chiuderà in qualche modo il cerchio delle cinque edizioni guidate da Amadeus e quindi ci saranno dei bonus e dei malus che celebreranno questi cinque anni di storia”. Tra i bonus che torneranno in auge, visto il cast annunciato da Amadeus, “il bonus Dargen D’Amico per chi si esibisce con gli occhiali, il bonus Emma per chi si fa inseguire dalla polizia, il bonus Sesto Sangiovanni, che procurerà un mega bonus a chi avrà in squadra Sangiovanni se l’artista arriverà sesto nella classifica del festival”.  

Nel FantaSanremo, ogni giocatore che si iscrive ha a disposizione 100 ‘Baudi’ per acquistare 5 degli artisti in gara. Per formare una squadra (è possibile iscrivere la propria squadra, naturalmente, fino al giorno prima dell’inizio del festival) occorre infatti schierare 5 artisti e nominare capitano uno di loro. Ogni artista ha una sua quotazione. Il regolamento del FantaSanremo, si muove sulla falsariga di quello del fantacalcio. Ma i bonus e i malus sono naturalmente a tema sanremese: ogni gesto di un artista può avere un peso nel FantaSanremo. Così, accanto al punteggio dato dalle posizioni in classifica degli artisti, pesano un’infinità di altre possibilità che hanno a che fare con quello che succede sul palco: dall’abbigliamento degli artisti a gesti che l’artista può compiere. Tra i bonus degli anni scorsi, la ‘scapezzolata’ che valeva 10 punti (“capezzolo in vista, il ‘vedo non vedo’ non conta, +10 per ogni capezzolo”, recitava il regolamento), solo 5 punti invece per chi esibiva l’ombelico, mentre valeva 20 punti il “tatuaggio in zone pubiche in bella vista”. Ora bisognerà attendere ancora qualche giorno per conoscere i bonus e i malus di questa edizione e per iscriversi.  

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles