ROMA – La coppa è arrivata a Roma. Il Trophy Tour organizzato dalla Uefa in vista di Euro 2020 ha fatto tappa nella Capitale, tra i luoghi più suggestivi della città: per immortalare l’evento sono stati scelti il Pincio, la piazza del Campidoglio, il Colosseo e Ponte Sant’Angelo, che ha segnato con una pioggia battente la fine di questa giornata romana per la coppa – ora allo stadio Olimpico – simbolo degli Europei di calcio che prenderanno il via proprio da Roma con la partita inaugurale Italia-Turchia, l’11 giugno.

“Coppa bagnata, coppa fortunata- ha scherzato Daniele Frongia, assessore capitolino allo Sport e commissario straordinario per Euro 2020- siamo ancora più pronti rispetto all’anno scorso per accogliere l’evento”. A chi gli chiede se ci sarà un aumento della capienza dell’Olimpico, che ospiterà quattro gare, Frongia risponde: “Questo non spetterà solo a noi deciderlo, lavoreremo con le autorità competenti, ma sono ottimista”. Per poi continuare: “Euro 2020 è un segno di ripartenza per tutta l’economia italiana. Arrivano le prime prenotazioni negli alberghi e si intravede una luce in fondo al tunnel”.

Sotto la grandine che sferzava Castel Sant’Angelo, ha parlato anche Cristiana Capotondi, local ambassador dell’evento e capodelegazione per la Nazionale femminile: “Il calcio femminile sta avendo una attenzione mai avuta prima, ma bisogna portare pazienza per cambiamenti più profondi. Il nostro europeo in Inghilterra sarà una base per accrescere il nostro livello. È un segnale importante poter tornare negli stadi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Euro 2020, dal Pincio a Castel Sant’Angelo: a Roma il Trophy Tour proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento