Era da inizio marzo, e quindi da prima che iniziasse il lockdown per la pandemia di Covid, che il Brent non superava la soglia dei 50 dollari al barile. Prima dello scoppio della pandemia da Covid 19 e delle conseguenti chiusure delle attività in tutto il mondo. E precedentemente alla rottura delle trattative tra i membri Opec+ che innescò la ‘guerra dei prezzi’ tra Russia e Arabia Saudita. I due fatti combinati provocarono una ‘tempesta perfetta’ nel settore petrolifero provocando un crollo delle quotazioni mai visto prima con i contratti Wti in negativo. 

Dopo nove mesi complice l’ottimismo legato ai passi avanti sul fronte dei vaccini anti-Covid che dovrebbe far riprendere la domanda globale il Brent torna a respirare.

 » Continua a leggere sul sito di riferimento

L’articolo Dopo 9 mesi il prezzo del Brent torna sopra i 50 dollari al barile proviene da Notiziedi.

continua a leggere sul sito di riferimento