venerdì, 12 Aprile , 24

Formula1, Calendario 2025, si parte dall’Australia

24 tappe, Imola il 16 maggio, Monza...

Appello delle Università al G7: aumentare accesso all’istruzione nel mondo

Billari (Bocconi): sostenere coi Paesi G7 mobilità...

Giorgetti: chi paga le case green? Le famiglie, gli Stati, l’Ue?

Col Superbonus case rifatte da pochi fortunelli...

Chiara Ferragni a Che tempo che fa: “Odio contro di me, crisi con Fedez non è strategia”

Dall'Italia e dal MondoChiara Ferragni a Che tempo che fa: “Odio contro di me, crisi con Fedez non è strategia”

(Adnkronos) – “E’ un periodo un po’ tosto. Negli ultimi 2 mesi e mezzo mi sono trovata in mezzo ad un’ondata d’odio. La crisi con Fedez? Non è strategia. Ne abbiamo avute altre in passato ma questa è un po’ più forte”. Chiara Ferragni si esprime così nello studio di Che tempo che fa, ospite di Fabio Fazio. L’imprenditrice e influencer è al centro di un’inchiesta per le attività di beneficenza e, nelle ultime settimane, fa notizia per le voci di separazione dal marito Fedez. 

“Non sono un magistrato, non faccio domande chieste da altri. Detto ciò, credo che stasera non si debba eludere niente e credo debba essere l’occasione per essere sinceri”, dice Fazio. 

“Le cose potevano essere fatte e dette meglio”, dice Ferragni facendo riferimento al provvedimento dell’Antitrust che, lo scorso 15 dicembre, ha di fatto aperto il ‘caso pandoro Balocco’, con i riflettori puntati sulle attività di beneficenza dell’influencer. 

“Io non sono dell’idea che la beneficenza vada fatta solo in modo privato. Può anche creare un fenomeno di emulazione e accendere un faro su cause sociali”, dice spiegando la decisione di fare tutto in maniera pubblica. L’ascesa e i problemi dell’influencer sono inevitabilmente legati alle dinamiche dei social: “I social sono fantastici quando va tutto bene, un incubo quando va male. Ti senti invincibile quando sei osannata, accerchiata quando ti criticano. Stasera volevo esserci, per me molto è importante parlarne”, dice in studio. 

Ferragni, all’inizio della ‘bufera Pandoro’, ha parlato di errore di comunicazione in un video celeberrimo, con un messaggio che è stato sezionato da esperti e non: dall’abbigliamento dimesso con una tuta grigia al volto affaticato. “Ho fatto quel video lunedì mattina, mi ero anche truccata. Era la tuta che indossavo da sabato. Ci hanno letto qualsiasi cosa, non si può fare niente… Ci sono persone che vedono quanto sono autentica e c’è chi non vuole vederlo, queste persone non si possono convincere”, dice. 

Fazio sfiora il tema separazione, auspicando che la crisi con Fedez sia solo una fase temporanea. “Vediamo, non so…”, dice lei quasi sussurrando. “Ci sentiamo, siamo due persone adulte che si vogliono bene. Non chiudiamo i ponti da un giorno all’altro. E’ un periodo di crisi. Ne abbiamo avuti anche in passato. Questa è una crisi un po’ più forte, quindi vediamo… Non so…”, dice ancora. 

“Dietro qualsiasi mossa io faccia si pensa sempre a me come stratega e alla presenza di un pool di esperti. Quando io e mio marito ci allontaniamo, si pensa che la crisi sia una strategia: non è così”, spiega. “Mi sento di dover ringraziare i follower, ci sono persone che riescono a comprendere al 100% e scrivono messaggi di incoraggiamento e di conforto anche solo guardando una foto”. 

In futuro, “penso di cambiare non solo nel modo di comunicare ma proprio nel modo di vivere. Ho fatto tutto troppo velocemente, non mi sono mai fermata a vivere il presente: quindi l’augurio che mi faccio e faccio a tutti è vivere il presente. Quante volte mi sono resa conto che il ricordo di qualcosa che avevo vissuto era più piacevole di quando lo vivevo in quel momento? Abbiamo il cervello sempre proiettato al futuro e tante volte non riusciamo a viverci i momenti più importanti. Quindi, mandare avanti le mie aziende perché sono un’imprenditrice, ma imparare anche a vivermi più il presente”.  

“I social non sono tutto, c’é tutta una vita fuori che va vissuta – conclude – I primi giorni in cui mi sono sentita dentro questa gogna mediatica, mi sentivo accerchiata, avevo paura a uscire; invece ho trovato persone fantastiche, che mi hanno dato una parola di supporto: uscire nel mondo reale mi è servito tantissimo ed è una cosa che farò sempre di più”. 

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles