lunedì, 4 Marzo , 24

Chiara Ferragni: “Al centro di una ondata d’odio”

L’intervista dell’influencer a “Che Tempo che fa” Roma,...

Mediolanum Padel Cup 2024: a Rocafort-Di Bene il titolo maschile

Nel femminile, successo per Martina Parmigiani ed...

Malattie rare, campagna #UNIAMOleforze anche in Calabria

Convegno presso l’Università degli Studi “Magna Graecia”...

Calcio, Berardi choc: si rompe il tendine d’Achille al rientro

Non giocava dal 16 gennaio. Ora nuovo...

Auto, Anfia: a gennaio ricaribili al 5%, Francia 25%, Spagna 11,6%

AttualitàAuto, Anfia: a gennaio ricaribili al 5%, Francia 25%, Spagna 11,6%

Nel mese -25,3% con elettriche (bev) -11% e plug-in (phev) -33%

Milano, 8 feb. (askanews) – Nel mese di gennaio, sono state immatricolate circa 142mila autovetture, in aumento del 10,6% rispetto allo stesso mese del 2022.

Analizzando nel dettaglio le immatricolazioni per alimentazione, le autovetture a benzina chiudono gennaio in crescita del 26,7%, con una quota di mercato del 30,5%. Calano, invece le auto diesel (-8,7% su gennaio 2023), con una market share del 15,4%.

Le immatricolazioni delle auto ad alimentazione alternativa rappresentano il 54% del mercato del solo mese di gennaio, con volumi in aumento rispetto allo stesso mese del 2023 (+9,4%). Le autovetture elettrificate rappresentano il 42,9% del mercato di gennaio, con volumi in crescita del +9,4%. Tra queste, le ibride mild e full aumentano del 14,2% nel mese, con una quota di mercato del 37,9%.

Le immatricolazioni di autovetture ricaricabili calano del 25,3% nel mese (quota di mercato 5%): nel dettaglio, le auto elettriche hanno una quota del 2,1% in flessione dell’11,1% nel mese mentre le ibride plug-in, che registrano un -33,1%, hanno una quota del 2,9%. Infine, le autovetture a gas rappresentano l’11,1% dell’immatricolato di gennaio, di cui l’11% è composto da auto vetture Gpl (+16,7% su gennaio 2023); la quota residuale è costituita da autovetture a metano(che rispetto a 12mesi fa sono il 22,4% in meno).

Guardando agli altri mercati principali mercati europei, a gennaio il mercato francese è quello con la maggior quota di autovetture ricaricabili nei 5 major market (25% del mercato), ed è il primo anche considerando sia solo le Phev, con l’8,6% di quota, che le Bev, con il 16,4% (seguito dall’UK che detiene il 14,7%). Tra i major market, in UK si registra invece la quota più alta di immatricolate a benzina, il 57,3%, seguita dalla Germania (38,3%) e dalla Spagna (34,9%). La Spagna è il paese con la quota più alta di autovetture ibride non ricaricabili, con il 38,5% (seguita dall’Italia, che ne detiene il 37,9%). Italia che è il secondo mercato per quanto riguarda le diesel (con il 15,4%) dietro al solo al mercato tedesco, che registra il 19,2% delle immatricolazioni del mese di vetture a gasolio. Da segnalare che in UK, la quota di diesel ha raggiunto il 6,5%, confermando il trend al ribasso dell’ultimo anno.

Italia che si conferma al primo posto anche per la quota delle alimentate a gas (11,1%), ma detiene la minor market share di ricaricabili: 5% infatti è la quota aggregata di elettriche e plug-in, le quali sono rispettivamente il 2,1% e il 2,9%. La Spagna, seconda peggior quota tra i 5 mercati, ne detiene l’11,6%.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles