venerdì, 12 Aprile , 24

Siani e Pieraccioni insiema a Natale in “Io e te dobbiamo parlare”

Le riprese della commedia a metà giugno,...

Il tonno in scatola punta agli sportivi: 1 su 4 sceglie cibi proteici

Ancit-Astraricerche: 85% italiani che praticano sport segue...

“Ecodesign the Future: EEE edition”, premiati giovani innovativi designer

Workshop realizzato da EconomiaCircolare.com in collaborazione con...

Al Mercato Centrale di Roma racconti di arte, cibo e letteratura

AttualitàAl Mercato Centrale di Roma racconti di arte, cibo e letteratura

Ciclo di conferenze tra dibattiti, aperitivi e menu degustazione

Roma, 27 feb. (askanews) – Racconti attorno al cibo in una narrazione che attinge da novelle, vite di santi, romanzi, documenti d’archivio, opere d’arte, storie di chef e delle loro invenzioni, dal mondo antico alla contemporaneità. E’ il ciclo di conferenza “L’Arte presa per la gola. Racconti di arte cibo e letteratura”, a cura di Fabiana Mendia, organizzata al Mercato Centrale di Roma. L’evento è un dibattito d’arte, ma anche un aperitivo e un menù degustazione ispirato al tema della serata.

Ogni incontro è approfondito dall’analisi di opere d’arte (mosaici, affreschi, dipinti, sculture, incisioni) che illustrano il racconto attraverso una selezione iconografica legata alla tavola e agli alimenti. Accompagna il percorso una selezione di testi critici e letterari che lasciano spazio all’immaginazione.

Il terzo incontro, in programma mercoledì 28 febbraio, si chiama “DOPPIO GIOCO. Maccheroni e pomodori. Un abbinamento di successo: quadri in tavola”. La narrazione parte dalla prima menzione della pasta essiccata e della sua preparazione nella Sicilia tramandata da Idrisi, geografo di Ruggero Il e autore del celebre Libro di Ruggero, pubblicato nel 1154 per arrivare in varie tappe tra quadri e letture di testi letterari al 1800 e all’idea di condire i Maccheroni con i pomodori, da attribuire a Ippolito Cavalcanti, duca di Buonvicino, che nel 1839 pubblicò la ricetta dei “Vermicelli co’ lo pomodoro” nel suo trattato intitolato Cucina teorico pratica.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles